• Parigi 1988, sede della Casa di produzione di Rohmer. Con il Premio Oscar per la fotografia Nestor Almendros (a sinistra) e Éric Rohmer, al termine di una giornata dedicata alla ricerca di materiali per il libro "Nestor Almendros-direttore della fotografia"
  • L'Aquila 2004, cinema Massimo. Con il regista Ettore Scola in occasione di un incontro con gli studenti
  • L'Aquila 1981, festival "Una Città in Cinema". Con L'autore della fotografia Luciano Tovoli (David di Donatello e Nastro d'Argento)
  • Los Angeles 1987, Burbank Studios. Sul set del film "Vibes" per organizzare il workshop che l'autore della fotografia John Bailey (al centro della foto) terrà successivamente all'Aquila. Da sinistra: Con Sondra Lee insegnante dell'Actors Studio, l'attore Jeff Goldblum, John Bailey e la cantante Cyndi Lauper
  • L'Aquila 1985, festival "Una Città in Cinema". Con il Premio Oscar per la fotografia Vilmos Zsigmond, insignito a Cannes nel 2014 del prestigioso Premio Angénieux
  • L'Aquila 1988, foto di gruppo in occasione dell'incontro dedicato a François Truffaut. Da sinistra: con la montatrice Carol Littleton (Nomination all'Oscar per E.T.), il regista Premio Oscar Robert Benton (Kramer contro Kramer), la sceneggiatrice Suzanne Shiffmann, Eva e Madeleine Morgestern, rispettivamente figlia e moglie di Truffaut
  • L'Aquila 1999, Accademia dell'Immagine. Con Jim Morris, General Manager della Pixar e Presidente della San Francisco Film Commission
  • L'Aquila 2004, cinema Massimo. Con l'attore-regista Sergio Castellitto durante un incontro con gli studenti
  • L'Aquila 2002, Accademia dell'Immagine. Con il regista Francesco Rosi durante il suo corso di regia
  • Roma 2009, Casa del Cinema. Con il regista Ferzan Ozpetek per presentare il volume "Commedia" di Paolo D'Agostini
  • L'Aquila 2004, cinema Massimo. Con il regista Marco Tullio Giordana
  • Roma 2014, Sala della Protomoteca in Campidoglio. Presentazione del volume "The Art of Cinematography", un omaggio al cinema di Vittorio Storaro, Luciano Tovoli, Gabriele Lucci, Daniele Nannuzzi, con scritti di Lorenzo Codelli e Bob Fisher. DVD con musiche di Francesco Cara
  • L'Aquila 1995, Accademia dell'Immagine. Con il Premio Oscar per gli effetti speciali Alex Funke e Sondra Lee, insegnante dell'Actors Studio, in occasione dell'apertura del primo corso quinquennale
  • Los Angeles 2005. Con i Premi Oscar Leonardo Di Caprio, Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo in occasione della presentazione del volume "Ferretti-L'Arte della Scenografia"
  • Vasto 2014, Pinacoteca di Palazzo d'Avalos. Presentazione del volume "La diabolica ossessione", iniziativa promossa dal Club Unesco e dall'Università Terza Età
  • New York 2005, Guggenheim Museum. Con il Premio Oscar Joel Coen durante l'evento dedicato dal Guggenheim allo scenografo Dante Ferretti
  • New York 2005, Istituto Italiano di Cultura. Presentazione del libro su Dante Ferretti. Da sinistra: Dante Ferretti, Claudio Angelini, Francesca Lo Schiavo, Gabriele Lucci e Antonio Monda
  • New York 2005, Guggenheim Museum. Con Renzo Piano, Dante Ferretti e il Presidente dell'Accademia dell'Immagine Massimo Cialente
  • Onna 2009. Con il Premio Oscar Giuseppe Tornatore durante una sua visita nelle zone colpite dal sisma
  • L'Aquila, Accademia dell'Immagine. Con i Premi Oscar Milena Canonero e Vittorio Storaro
  • Venezia 2004, Mostra D'Arte Cinematografica. Presentazione del libro su Dante Ferretti. Con (da sinistra): Alain Elkann, Carlo Fuscagni, Vincenzo Mollica, Dante Ferretti e Davide Croff
  • L'Aquila 2007, festival "Notte Noir". Con la giornalista Maria Pia Fusco durante un incontro sui film noir
  • New York 2004. Con il drammaturgo italo-americano Mario Fratti (vincitore con "Nine" di 7 Tony Awards), in occasione della giornata dedicata dall'Istituto Italiano di Cultura alla "Missione" dell'Accademia dell'Immagine
  • L'Aquila 1987, Università degli Studi. Convegno Internazionale sull'Alta Definizione. Con Yuko Sugiura, Direttore Settore Ricerche della Rete pubblica televisiva giapponese NHK
  • L'Aquila 1987, Università degli Studi. Con la regista Liliana Cavani in occasione di una rassegna a lei dedicata dall'Istituto Cinematografico "La Lanterna Magica"
  • L'Aquila 1990, Sala del Consiglio Regionale d'Abruzzo. Con la sceneggiatrice Suso Cecchi D'Amico, Leone d'Oro alla carriera, durante il festival "Una Città in Cinema" dedicato a Costumisti e Scenografi
  • L'Aquila 1992. Con Vittorio Storaro in occasione della presentazione del "Manifesto" dell'Accademia dell'Immagine
  • Vasto 2010, Vasto Film Festival. Carlo Lizzani premia Gabriele Lucci per il trentennale lavoro svolto a favore del Cinema
  • Praga 1985. Con il Premio Oscar per la fotografia Miroslav Ondricek
  • Toronto 1987. Con il produttore televisivo Mark Blandford durante la realizzazione del primo Serial televisivo in Alta Definizione che verrà presentato in anteprima all'Aquila
  • Barcellona 1987, festival del Cinema. Intervento su "Le Nuove Tecnologie nel cinema"
  • Roma 2004, Cinecittà. Con i Premi Oscar Gabriella Pescucci e Dante Ferretti
  • Roma 2009. Live Show di solidarietà per l'Accademia dell'Immagine dopo il Sisma del 6 Aprile che ne ha distrutto la sede. Con il Premio Oscar Ennio Morricone
  • L'Aquila 2014, Libreria Mondadori. Presentazione con Luisa Morandini del Dizionario dei Film 2015
  • 2012 - Pubblicazione della pièce teatrale " Stazione di Transito"
  • Hollywood 1988. Riconoscimento dell'American Society Cinematographers per il lavoro svolto a favore del Cinema. Con il Presidente Harry Wolf
  • 2016 Rappresentazione Teatrale della pièce di Gabriele Lucci "STAZIONE DI TRANSITO" per la regia di Marisa Mastracci - Compagnia "La Bottega dei Guitti"

Gabriele Lucci frequenta, giovanissimo, la Scuola di Cultura drammatica, simbolo quest'ultima di un fermento culturale che caratterizza negli anni '60 L'Aquila, sua città natale, quale uno dei più importanti centri di produzione teatrale italiana. È con il Teatro Stabile che arricchisce il proprio bagaglio culturale seguendo diversi allestimenti del regista Antonio Calenda. Ma è con la tesi di laurea in Economia (Regioni e Radiotelevisione) che si evidenzia il suo interesse verso il variegato mondo dell'immagine dove  il cinema è solo uno degli aspetti, anche se di fondamentale rilievo.

A metà degli anni '70 dà vita con alcuni amici al Cineclub “Primo Piano", il primo nella Regione Abruzzo e scrive per la RAI  i testi di varie trasmissioni radiofoniche firmando anche la regia di un cortometraggio “Festa”, presentato al Festival internazionale di Salsomaggiore. Contemporaneamente pone le basi per la creazione di quello che sarà all'Aquila un vero e proprio Sistema-Cinema. Nel 1981 fonda  l'Istituto Cinematografico "La Lanterna Magica" assumendone la direzione artistica fino al 1995. Con l'Ente promuove un'intensa attività di promozione del cinema sul territorio, accanto a iniziative di respiro internazionale. Tra le altre il primo Convegno  sull'Alta definizione, la Conferenza sul linguaggio audiovisivo, alcuni worshops tenuti da prestigiosi professionisti del cinema, il seminario dedicato a François Truffaut, presenti i famigliari e i più stretti collaboratori del regista francese. Nel 1992 fonda con Vittorio Storaro e l'Università dell'Aquila l'Accademia dell'Immagine, ricoprendone la carica di Direttore fino al 2006. In questi anni promuove la nascita della Cineteca (2000),  dell'Aquila Film Commission (2001), della Mediateca regionale "Giovanni Tantillo"(2005).

È stato ideatore  con Luciano Tovoli di “Una Città in cinema” (1981/1990), il primo Festival internazionale dedicato agli autori della fotografia, con approfondimenti sugli altri mestieri del cinema e del Premio "Nestor Almendros"(1992/2008) riservato ai giovani cinematographers. Direttore editoriale per la Lanterna Magica delle Collane “Saggi e Documenti” e i “Mestieri del Cinema”, nel 1988 ha curato  l'edizione italiana della biografia di Nestor Almendros (premio Oscar per la fotografia). Direttore scientifico per la Mondadori-Electa Cinema (2003/2010) ha scritto diversi volumi sui generi cinematografici, tradotti in altri Paesi, e curato le pubblicazioni sui premi Oscar Vittorio Storaro, Ennio Morricone (Premio Efebo d'oro miglior libro di cinema 2008) e su Dante Ferretti, libri presentati in varie sedi istituzionali ( Casa del Cinema di Roma, Mostra del Cinema di Venezia, Guggenheim Museum e Istituto Italiano di Cultura di New York, University of California-Los Angeles, Protomoteca del Comune di Roma, Università di Padova e Gorizia, Comuni di Macerata e dell'Aquila) .

Intensa la sua attività di studioso, ha pubblicato saggi, tenuto seminari e un corso universitario su Cinema e letteratura. I suoi lavori sono stati riportati dalle più importanti testate nazionali e internazionali (da Le Monde a La Repubblica, dal The Guardian al Corriere della Sera, da Variety a La Stampa, da Süddeutsche Zeitung a Il Sole 24 Ore, dal Los Angeles Times a Le Figaro, dalle reti televisive RAI a quelle di Mediaset). Per l'attività svolta a favore del cinema ha ricevuto a Hollywood il tributo dell'American Society Cinematographers ed è stato eletto Socio Onorario dell'Associazione Italiana Autori della fotografia e dell'Associazione Scenografi, Costumisti e Arredatori.

Dopo il sisma del 2009 che ha fortemente penalizzato all'Aquila, complice una dissennata politica, l'intero Sistema-Cinema, è tornato all'antica passione per il teatro con "Stazione di Transito", la sua prima esperienza di scrittore teatrale. L'opera è stata presentata a New York nell'ottobre del 2012 in occasione del mese dedicato alla cultura italiana e successivamente al Salone del libro di Torino del 2013. 

Nel 2014 ha omaggiato il cinema con il volume "La diabolica ossessione" e, insieme a  Vittorio Storaro, Luciano Tovoli, Daniele Nannuzzi, con il volume “The Art of Cinematography", una grande opera figurativa che per la prima volta ha proposto, avvalendosi dei testi di Lorenzo Codelli e Bob Fisher, una rilettura della settima arte attraverso gli occhi dei più importanti cinematographers del mondo. 

Nel 2015 ha esordito nella narrativa con il romanzo "Il Tataurso Imperiale". E' del 2016 la rappresentazione teatrale in Italia della pièce "Stazione di Transito" per la regia di Marisa Mastracci - Compagnia "La Bottega dei Guitti". Più recentemente ( Fine anno 2017 ), in occasione della rassegna "Scrittori al centro", insieme al critico cinematografico del quotidiano La Repubblica Paolo D'Agostini, ha dialogato con lo scrittore Sandro Veronesi sull tema "Il Cinema Passivo".